27 de maig 2009

Venti di e una palla


Mi piace il calcio.

Non so perché (so da dove... da sempre!), ma mi piace, e non posso cambiarla.

E stasera è la notte del calcio.

Mi auguro di ripetere l'immagine simile a oggi, con lo stesso uomo di sollevamento tazza.

Roma... Una bella città di scrivere un altro pezzo della nostra storia.

Veni, vidi ... Vinci?

Molecole fortuna a tutti il culé.

Le due riga del giorno (ripetute):

"Molte persone pensano che il calcio è un gioco di vita o di morte, ma è molto più importante di quella." (W.Shankly)

Canzone per un giorno come oggi:

2 comentaris:

Gemma ha dit...

noi, el meu italià no mata, però em sembla que ja entenc els teus nervis... ens veiem!!

Xisti ha dit...

Felicitats culer, disfruta-ho !!!
Ho celebrem a Barraques?
Segueixo odiant el futbol però qualsevol excusa és bona per augmentar la borratxera! i ja que no dormiré avui com a mínim servirà per alguna cosa!